PENNABILLI

Pennabilli
Pennabilli
superficie kmq 69.66
altezza s.l.m. min/max m 298/1375
altitudine capoluogo m 629
superficie boscata ha 2707
abitanti 3144 al 31-12-2006
nuclei familiari 1293 

Caratteristica cittadina al piede del versante occidentale del Monte Carpegna. Deve il suo assetto urbano, all'unione di due antichi castelli, quello dei Billi sopra "la rupe" e quello di Penna sopra "il roccione ".
Prima feudo dei Carpegna, poi dei Malatesta, dei quali probabilmente è anche la culla, prima che questa famiglia scendesse a Verucchio e a Rimini. Nel 1572 Gregorio Xlll vi trasferì definitivamente da San Leo la sede della Diocesi del Montefeltro, oggi denominata S. Marino - Montefeltro.
Numerose testimonianze di questo passato, P.ta Malatesta, Borgo San Rocco, la chiesa di S. Agostino con il monumento della Madonna delle Grazie e l'organo della fine sec. XVI, il museo, diocesano, che conserva un patrimonio artistico notevole raccolto da tutto il Montefeltro; la pieve Romanica di Ponte Messa, i ruderi del palazzo principesco di Scavolino, il convento Agostiniano e la chiesa parrocchiale di Miratoio con il pregevole portale, la torre di Bascio e il convento dell'olivo a Maciano.
Pennabilli oltre alle testimonianze storico artistiche offre al visitatore una qualificata Mostra mercato nazionale dell'antiquriato che si tiene ogni anno in luglio, alla quale sono collegate interessanti manifestazioni collaterali, prima fra tutte il convegno della ceramica. Inoltre dal 1995, nel mese di giugno il centro storico si trasforma in un palcoscenico itinerante per "Artisti in Piazza", festival di arte di strada e artigianato artistico.
Recenti singolari realizzazioni ispirate dal poeta Tonino Guerra , come l'orto dei frutti dimenticati, il rifugio delle Madonne Abbandonate, la strada delle Meridiane, il girdino pietrificato, il santuario dei Pensieri, riscuotono particolare attenzione ed ampi consensi.
Unico in Italia Il Museo di Informatica e Storia del calcolo sorto a Ponte Messa che raccoglie numerossimi oggetti utlizzati per il calcolo, dagli abachi ai computer.
Per gli amanti della natura e della vita all'aria aperta, la zona offre interessanti itinerari, in mezzo al verde, al Sasso Simone, al Simoncello, sul Monte Carpegna, al lago di Andreuccio; inoltre la località è dotata di moderni impianti sportivi, quali campi da tennis, piscine, campi sportivi, campeggio; di notevole interesse il Parco Begni, che la Pro Loco e l'Amministrazione comunale stanno organizzando a Pennabilli su un'area di 8 Ha.

Da vedere:
Il Santuario delle Grazie
La Pieve Romanica di Ponte Messa
Il Borgo e la Torre di Bascio
Il Convento degli Oliva, il Castello e la Torre di Maciano
Il Convento Agostiniano di Miratoio 
Le realizzazioni ispirate da Tonino Guerra quali:
L'Orto dei Frutti Dimenticati, il Rifugio delle Madonne Abbandonate, la Strade delle Meridiane, il Giardino Pietrificato, il Santuario dei Pensieri;
Il Lago di Andreuccio
La cerreta del Sasso Simone e Simoncello


Comune di Pennabilli

Per ulteriori informazioni consultare il sito del Comune di Pennabilli

 

 

 

Pennabilli, Cattedrale
Pennabilli, Cattedrale
Pennabilli, Orto dei frutti dimenticati
Pennabilli, Orto dei frutti dimenticati
Pennabilli, Maciano Convento Oliva
Pennabilli, Maciano Convento Oliva
Pennabilli, Porta Carboni
Pennabilli, Porta Carboni
Pennabilli, Meridiana
Pennabilli, Meridiana
Pennabilli, Soanne Lago di Andeuccio
Pennabilli, Soanne Lago di Andeuccio
 
© 2005-2017 Comunità Montana Alta Valmarecchia - Gestito con docweb - [id]