Itinerario 6

Passo Cantoniera, Monte Canale, Villa Maindi, Pontemessa, Petrella Guidi, Monte Ercole.

Lunghezza percorso: 25 Km circa
Tempi di percorrenza: 4-5 ore

Dislivelli:
tra Passo Cantoniera e Monte Canale: 45 metri
tra Montecanale e Villa Maindi: 441 metri
tra Villa Maindi e Pontemessa: 227 metri
tra Pontemessa e Petrella guidi: 201 metri
tra Petrella Guidi e Montercole: 402 metri

Acqua lungo il percorso:
A passo Cantoniera, abbeveratoio
A Villa Maindi, abbeveratoio
A Pontemessa, sul Marecchia
A Petrella Guidi, abbeveratoio

NOTE SUL PERCORSO:
Partendo da Passo Cantoniera si prende il sentiero indicato come sentiero n. 121 che entra nel bosco. Si attraversa due volte il fosso Paolaccio, poi si imbocca sulla sinistra il sentiero 95 dirigendosi in direzione ovest. Il sentiero diventa presto pianeggiante e la boscaglia lascia il posto ai ginepri e a qualche roverella isolata. Ci si dirige verso il punto più alto del Monte Canale (mt 1052) costeggiando una recinzione che segue il margine alto del bosco. Da qui e dalla cima del Monte Canale si può godere uno spettacolare panorama: a est il Monte Carpegna, a sud il Sasso di Simone, a S.O. l'Alpe della Luna, quindi il Fumaiolo, Montercole, il monte di Perticara, Maioletto e tutta la Valle del Marecchia. Si scende sul prato, si transita all'esterno del tornante della strada, poi si prende in discesa a destra su una carrareccia al cui inizio sta una piccola croce di legno. Si raggiunge facilmente la borgata di Villa Mandi dove si incontra l'abbeveratoio.
Quindi si scende a Ca Morlano nei pressi del bar e si raggiunge Ca di Fanchi per il breve tratto di rotabile. Da Ca di Fanchi si prende la carrareccia a sinistra e dopo 200 metri si scende a destra avvicinandosi al Torrente Messa per poi scostarsi e sbucare sulla rotabile nei pressi di Ca Bicci, un bel casolare di fine '700 con una tipica aia antistante.
Si scende per la rotabile e dopo 800 metri circa si esce sulla Provinciale ex 258 a 100 metri dalla nota pieve romanica di S. Pietro in Messa. Qui si deve fare attenzione poiché si percorre la Marecchiese in direzione Rimini sino al Camping da Quinto dove è situato un posto tappa con tettoia, abbeveratoio e ristorante con piscina. Tornando sulla Marecchiese si gira a sinistra sul ponte verso S. Agata Feltria. Appena superato il ponte, si lascia la rotabile e si costeggia il vivaio della guardia forestale, poi si sale a sinistra verso la località Casalecchio. Si percorre un altro tratto di strada asfaltata sino a Ca Orazio poi si sale per la carrareccia a destra che conduce fino a Petrella Guidi, che è considerata una delle borgate medievali più integre della Valmarecchia.
Da Petrella Guidi si scende in direzione S.O. e si raggiunge la chiesa nei pressi di Ca Bardaia, quindi si sale a destra seguendo la mulattiera per Ca Galoppo e Cannero raggiungendo la strada Petrella S. Agata sopra Monte Benedetto. A questo punto si può scegliere di raggiungere la Country House Ca’Busca prendendo la rotabile a destra. Oppure prendere bretella di collegamento al Mulino Che Fu la Filanda (Vedi “itinerario di variante” del 2° itinerario).
Se invece si continua il percorso, dopo poche decine di metri si sale bruscamente a destra per una rotabile molto ripida e transitando per la borgata Villa si raggiunge il crinale N.E. delle antenne di San Silvestro. Si abbandona la rotabile proprio sul valico e si scende nell'altro versante in mezzo al Castagneto dove è stato attrezzato un “sentiero ambiente”. Più in basso, terminato il castagneto e dove il bosco è a vegetazione mista, si transita nei pressi di un ponte metallico, quindi si incontra un grande casolare in località Badia Montercole e si raggiunge la strada asfaltata nei pressi della chiesetta della Madonna del Soccorso incontrando il sentiero 96 dorsale di sinistra.

© 2005-2017 Comunità Montana Alta Valmarecchia - Gestito con docweb - [id]