Sentiero 96b

Sentiero 96b
Sentiero 96b

DORSALE SINISTRA da TALAMELLO a BOTTICELLA

Da Talamello, per raggiungere Perticara, ci sino due possibilità: 1 ) La meno impegnativa é quella di percorrere le rotabile bianca che parte dal cimitero di Talamello (proprio vicino alla famosa "cella" che conserva un pregevole affresco di A. Alberti da Ferrara del 1427), transita per la località Cella e la chiesa della Madonna "Piè di Monte" e raggiunge, dopo 4 chilometri circa, la strada asfaltata proveniente da Mercato Saraceno, a S.O. di Perticara. 2) La più impegnativa ma anche la più interessante, parte lo stesso dal cimitero di Talamello, raggiunge il paese nella Piazzetta A.Saffi, sale a destra transitando di fronte all'edificio scolastico e si dirige verso il crinale panoramico. Si sale restando sempre abbastanza vicini al precipizio che si affaccia sulla destra consentendo un'ampia visione panoramica. Ad un certo punto si incontra la rotabile bianca che ci conduce alle antenne RTV del Monte Pincio (quota 861 m.). Dalle antenne, dopo un breve tratto pianeggiante, il sentiero scende in direz. N.OO. sul crinale e si avvicina alla base del Monte di Perticara che si vede incombente sulla destra. Si procede percorrendo una mulattiera e quindi un sentiero che conduce inevitabilmente a una villetta situata proprio al margine del bosco. Si segue la stradina asfaltata (Via Greppa) e si sale verso la pineta dove di trova un ampio spiazzo e un bar-ristorante. (Dal piazzale, facendo una breve digressione, si può raggiungere il Monte di Perticara, sia attraversando la pineta, sia continuando sulla rotabile, dove si trova un suggestivo terrazzino panoramico nonchè un altro bar-ristorante) Riprendendo l'itinerario, dal suddetto piazzale ci si addentra nella pineta in corrispondenza dell'area attrezzata per pic-nic e, percorrendo il bel sentiero che aggira il Monte Aquilone, si sbuca di fianco al Museo Minerario di Perticara (orario di apertura: 10-12 / 15-18). Su tutto il Monte di Perticara, ma specialmente in quest'ultimo tratto, sono da notare i numerosi ciottoli incastonati nell'arenaria, a dimostrazione che il territorio è stato originato da successivi depositi fluviali. Da notare anche un gigantesco masso in apparente equilibrio precario "Sasso del Diavolo" che si incontra lungo il sentiero. Dal centro di Perticara si scende per Via Trento, dopo 600 metri, si attraversa la strada per Miniera proprio in piena curva e si imbocca la mulattiera che inizia dalla casetta bianca. Si scende per Cà Selva e si raggiunge, dopo circa 2 chilometri, la fattoria La Casetta e quindi la strada di Ugrigno. Si percorrono appena 50 metri di quest'ultima, quindi si sale per la località La Ruscella (indicazione stradale) e si raggiunge Ca Grazia dopo 800 metri circa. Si sale poi per il sentiero erboso e a tratti cespugliato, che conduce a Monte Moscellino, sbucando sulla strada asfaltata nei pressi di una rivendita di manufatti e pavimentazioni, poco distante dalla vistosa villetta con alti archi situata sul monte Si percorre la strada asfaltata che corre sul crinale, consentendo la stupenda visione delle due valli: quella del Fiume Marecchia e quella del fiume Savio. Dopo circa 1.300 metri si raggiunge la località "Botticella", dove termina la nostra tappa e dove vi è l'innesto con il sentiero n° 98 proveniente da Soanne.

© 2005-2017 Comunità Montana Alta Valmarecchia - Gestito con docweb - [id]